SNOW PATROL: da domani in radio il singolo “DON’T GIVE IN”.

SNOW PATROL

Da domani in radio il nuovo singolo

“DON’T GIVE IN”

online anche il video

Il brano è contenuto nel nuovo album

che arriva dopo 7 anni di silenzio

“WILDNESS”

In uscita il 25 maggio

Sarà disponibile per la programmazione radiofonica da domani, venerdì 27 aprile, “DON’T GIVE IN”, il nuovo singolo dei SNOW PATROL che anticipa l’uscita del nuovo album “WILDNESS”, il primo album dopo 7 anni (l’ultimo album è “A Hundred Million Suns” del 2008), nei negozi e in digitale dal 25 maggio.

Parlando del singolo, il cantante e autore Gary Lightbody ha raccontato: “Don’t Give in era inizialmente una canzone scritta per un amico che stava attraversando un periodo difficile, ma più scrivevo più mi rendevo conto che era una canzone che parlava di me e della difficoltà di scrivere questo disco, che mi ha portato via 5 anni, non facili. La canzone parla anche delle mie difficoltà legate alla depressione che mi affligge da quando ero un bambino”. 

Il brano è accompagnato da un video già online su https://youtu.be/JUaVhMjlPZg.

Il 25 maggio la band pubblicherà il nuovo album “WILDNESS”, un album alla ricerca di chiarezza, legami e significati, restando sempre fedeli a quella capacità di scrivere quelle melodie che hanno portato la band al successo.

Parlando del disco Lightbody ha raccontato: “Ci sono tanti differenti tipi di selvaticità ma credo che il tutto possa essere ricondotto verso due strade: la turbolenza dei tempi moderni, in cui tutto è confusione, mancanza di logica e alienazione e un’antica selvaticità, qualcosa di primitivo, vivo e bello che parla alla nostra passione, al nostro amore, alla nostra comunione con la natura e tra le persone. Questo è  il tipo di Wildness di cui parla il nostro album: la sua perdita, la ricerca di riconnettersi con questa parte selvatica, di ricordarla”.

Qui è possibile vedere un trailer del disco: https://youtu.be/NNjLAL_3b6k.

 Questa la tracklist di “Wildness”:

01 Life On Earth

02 Don’t Give In

03 Heal Me

04 Empress

05 A Dark Switch

06 What If This Is All The Love You Ever Get?

07 A Youth Written In Fire

08 Soon

09 Wild Horses

10 Life And Death


Fin dal debutto nel 1998 con “Songs for Polarbears”, gli SNOW PATROL hanno ricevuto un numero impressionante di premi, riconoscimenti e attestati di stima che hanno portato la band a vendere più di 15 milioni di album e 1 miliardo di brani in streaming e ottenere 5 dischi di Platino in Uk, nomination ai Grammy, Brit e al Mercury Prize.

Nel 2012 dopo la fine del Fallen Empires tour (l’album “Fallen Empires” è del 2011) i componenti della band avevano deciso di fare un passo indietro dalla band e focalizzarsi su progetti solisti.

Gary Lightbody ha proseguito il suo lavoro con il suo side project Tired Pony (con membri dei Belle and Sebastian, R.E.M, Reindeer Section e Fresh Young Fellows), si è trasferito a Los Angeles per lavorare a canzoni per colonne sonore di film e ha scritto con alcuni grandi artisti come Ed Sheeran, Taylor Swift, Biffy Clyro e One Direction.

Questa pausa ha aiutato Lightbody a superare un blocco non solo da scrittore ma più in generale della sua vita dandogli ispirazione per scrivere nuove canzoni. È in questa ricerca di chiarezza e relazioni che queste nuove canzoni sono state scritte e ridefinite.

Credo che questo sia il primo album che io abbia mai scritto in cui non mi sono solo fatto delle domande. Ho cercato invece di capire perché ero infelice, perché mi sentivo sempre nel posto sbagliato, perché ho paura” – ha raccontato LIGHTBODY che prosegue: “non c’è davvero qualcosa da cui devo proteggere me stesso, è tutto nel disco”.

Questo impulso è stato parzialmente ispirato dal padre di Lightbody, che soffriva di demenza, come racconta lui stesso “Credo che il disco sia definito dal concetto di memoria in molti modiinclusa la perdita di memoria di mio padre.

Seamus Heaney, il mio poeta preferito, disse a 71 anni che stava scoprendo in quel momento cosa alcune delle sue poesie significavano, ed è un poeta Premio Nobel, un grande esempio di ispirazione.

A volte servono 5 anni per scrivere qualcosa. Come ora. E sai benissimo quando finisci un disco come questo, di cui hai curato ogni dettaglio e a cui ai dedicato ogni atomo di te, che tutto acquista un senso e scommetto che non sarò mai così orgoglioso di questo disco”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...